Formazione docenti: la risposta alle nuove sfide lanciate dalla modernità

Il mondo della scuola oggi vive un periodo caratterizzato da grandi e complesse trasformazioni e si trova di fronte ad una scelta obbligata: entrare nella sfida lanciata dalla società...

Il mondo della scuola oggi vive un periodo caratterizzato da grandi e complesse trasformazioni e si trova di fronte ad una scelta obbligata: entrare nella sfida lanciata dalla società e competere per adeguarsi al clima di cambiamento che contraddistingue la società e i territori e per offrire al giovane studente un sistema di formazione moderno, innovativo e ricco di esperienze (basti pensare per esempio all’Alternanza scuola-lavoro e ai progetti PON).

Questo significa che soprattutto i docenti sono chiamati a affrontare temi anche completamente nuovi, come il digitale, i nuovi metodi di apprendimento, l’Alternanza scuola-lavoro, l’inclusione sociale, la prevenzione del disagio giovanile e della dispersione scolastica;
a questi si aggiungono i complessi temi legati ai nuovi sviluppi della tecnologia, come per esempio la gamification o la realtà aumentata, che rappresentano le nuove frontiere su cui basare la formazione e l’aggiornamento dei docenti.

Dunque oggi alla scuola compete prima di tutto definire una nuova vision educativa maggiormente in linea con le sfide che la società complessa e globale pone al sistema educativo nel suo insieme, al fine di creare le condizioni per un apprendimento che deve accompagnare tutte le fasi della vita e di formare cittadini consapevoli, in grado di esercitare un ruolo attivo e partecipativo nella società odierna.

La scuola è anche il luogo dell’incontro e dell’accoglienza, perciò bisogna agire anche per favorire la conoscenza delle diverse culture e promuovere nei giovani le capacità cognitive e relazionali necessarie all’incontro e al confronto fra le culture, al fine di valorizzare la multiculturalità e di contribuire alla costruzione dell’identità delle nuove generazioni che saranno i futuri cittadini europei.

La scuola del terzo millennio deve essere pienamente inserita nel tessuto socio-culturale in cui è situata e lavorare con stakeholders e enti istituzionali del territorio per costituire un sistema integrato in costante e positiva sinergia fra formazione, lavoro e orientamento in termini di sviluppo dello spirito di iniziativa, capacità di adattamento, consapevolezza della necessità di una formazione permanente che possano aiutarli ad affrontare le sfide sempre più impegnative della nostra società globale, multietnica ed in continuo, inarrestabile mutamento.

Quindi le iniziative di formazione e di aggiornamento dei docenti, in una scuola attenta alle trasformazioni e pronta ad affrontare le problematiche del nostro tempo rafforzano e garantiscono la crescita professionale degli insegnanti inseriti nel contesto della propria scuola, con l’obiettivo di migliorare la qualità degli interventi didattici ed educativi a tutti i livelli e di migliorare anche l’efficacia dell’azione della intera comunità scolastica in ogni sua componente.

Lo sforzo quotidiano di tutte le componenti scolastiche deve essere quello di lavorare con impegno, serietà e professionalità in modo da offrire ad ogni studente opportunità che tengano conto delle esigenze individuali; per questo è fondamentale promuovere nei giovani competenze che li preparino a rispondere alle sfide della globalizzazione, ad adattarsi in modo flessibile ad un mondo in rapido cambiamento e forte connessione, ad affrontare problemi complessi attraverso strumenti e metodi appropriati.
La formazione dei docenti emerge qui come punto cruciale di sviluppo di nuove e più adeguate competenze e conoscenze in uno scenario che ci spinge a essere sempre più veloci e al passo con i tempi in continua evoluzione.

Dunque il docente oggi deve sempre più considerare il proprio sapere in movimento e in evoluzione, in cui la propria formazione diventa una occasione e uno strumento indispensabile e fondamentale per migliorare la qualità dell’insegnamento, per aprirsi alle novità, al confronto, alla condivisione, con notevoli positive ricadute anche dal punto di vista personale. La sfida è quella anche di essere aperti e disposti a sviluppare competenze nuove, organizzative e professionali, a tutti i livelli e in tutti i docenti, che ogni giorno vivono e costruiscono la scuola insieme agli studenti e a tutto il personale delle comunità scolastiche.

Davanti a questa realtà complicata in continuo cambiamento così difficile da fronteggiare, la scuola ancora di più ha il compito di dare senso alla varietà delle esperienze, scolastiche ed extrascolastiche, degli studenti, di unificare lo sviluppo della loro formazione personale, di supportare gli studenti nelle fasi della loro crescita professionale e personale.

Attraverso l’insegnamento, rafforzato dalle opportunità di formazione dei docenti, si devono accogliere queste sfide, per dare agli studenti strumenti flessibili di comprensione della realtà, competenze utili alla costruzione di un progetto di vita autonomo e consapevole, opportunità e spunti sempre più adeguati alle sfide socio-economiche e occupazionali dei prossimi anni che permettano ai nostri allievi di orientarsi con successo in un mercato del lavoro sempre più complesso e difficile.

Le scuole oggi possono affrontare e sopravvivere a questi cambiamenti solo se si inseriranno in essi, con l’intento di accompagnare lo studente in maniera nuova, creativa e sotto la guida appassionata di nuove competenze, per costruire consapevolmente una collettività più ampia, nazionale, europea, mondiale. La posta in gioco per i docenti in questo momento è quindi altissima, poiché si tratta di affrontare queste sfide per formare i giovani di oggi che costruiranno e saranno protagonisti della società di domani.

Categories
Docenti: Competenze e formazioneNews

Laureata in lettere moderne, con la passione per la cultura classica, i gialli e gli animali. Un paio di anni fa ha ‘adottato’ a distanza un meraviglioso bimbo etiope di 5 anni di nome Emmanuel, a cui pensa tutti i giorni e a cui augura una vita felice e serena. Vive a Potenza, dove passa le sue giornate con la sua famiglia in compagnia di Miss Marple, Jessica Fletcher e tanti cani e gatti.

No Comment

Leave a Reply

*

*

RELATED BY