Summer Camp in Cina: il nuovo trend della formazione

Pochi giorni fa si è concluso il tour della fashion week, che ha visto sfilare nelle città modaiole per eccellenza, Parigi, Milano, Londra e New York, i nuovi trend...

Pochi giorni fa si è concluso il tour della fashion week, che ha visto sfilare nelle città modaiole per eccellenza, Parigi, Milano, Londra e New York, i nuovi trend dell’anno che saranno i “must have” per tutta l’estate 2019.

Tuttavia, i trend del momento non hanno solamente a che fare con la moda e il fashion e, come ogni inizio dell’anno che si rispetti, ogni ambito della vita umana lancia le proprie classifiche in termini di lifestyle, risultato di ricerche e sondaggi. Quindi, da qui ai prossimi mesi, ci imbatteremo nelle 10 mete più cool dell’estate, nelle nuove diete detox e nell’ultima fit guide, insomma in tutto ciò che serve per essere al top con l’arrivo della bella stagione. E per essere in linea anche con la massima latina di Giovenale “mens sana in corpore sano” è bene anche aver cura dello spirito, della nostra cultura e formazione. E poiché si parla di trend, non posso non parlarvi dell’ultima frontiera in termini di formazione per i ragazzi, il summer camp.

Di matrice americana, la vacanza studio è diventata negli ultimi anni sempre più di tendenza e diffusa ormai in tutto il mondo globalizzato. Capace di coniugare divertimento, nuove esperienze e apprendimento, risulta la scelta migliore per i ragazzi che, al termine delle attività scolastiche, hanno il desiderio di viaggiare, scoprire nuovi paesi e migliorare la lingua, nonché arricchire il proprio curriculum in vista di un futuro lavorativo. Perciò, stando alle ultime classifiche, i grafici si concentrano in particolare su un continente, quello asiatico.
Ebbene sì, il must have della formazione per l’estate 2019 è senza dubbio la Cina. Con il suo incredibile sviluppo, le sue metropoli, una cultura e una storia millenarie e non da ultimo il suo impero hi-tech, il mondo Serico cavalca l’onda anche in termini di formazione. Il 92% dei ragazzi che hanno già svolto un summer camp tra Pechino e Shanghai si dicono estasiasti da questa esperienza, che ha regalato loro dei momenti unici e irripetibili, momenti di condivisione, di crescita e maturità.
Un’esperienza di questo tipo, infatti, contribuisce notevolmente a rafforzare le competenze soprattutto sul piano personale, quindi a migliorare l’autostima, consolidare l’autonomia e l’intraprendenza, competenze che difficilmente si acquisiscono tra i banchi di scuola.

Inoltre, poter visitare un paese così lontano, così diverso dalla nostra cultura e così ricco nei valori e nel suo patrimonio, costituisce un’opportunità di non poco conto, se pensiamo a tutto ciò che è racchiuso in un semplice biglietto aereo. Un viaggio tra le sette meraviglie del mondo, immersi nel melting pot di quelle strade dai mille volti e colori, per comprendere e apprezzare davvero il valore della diversità, la tanto temuta diversità che è invece puro arricchimento, culturale, linguistico, sociale. Perché la vera crescita avviene solo lontano dalla comfort zone e soltanto confrontandosi con nuovi ostacoli e problemi si potrà trasformare la necessità in virtù. Pensate quindi a tutte le opportunità di un summer camp e proiettatele ad Est, sullo sfondo di coloratissime metropoli che si rispecchiano sull’acqua, il regno di Alibaba, Huawei e Xiaomi, la patria del kung fu, dei ravioli al vapore e dei tenerissimi panda.

Questo e tanto, tanto altro, è la Cina, l’ambita meta della via della Seta, la terra che tanto affascinò Marco Polo e che lo tenne a sé per ben 17 anni. E se il Catai nel lontano 1272 lasciò a bocca aperta il giovane veneziano, circondato da tesori e meraviglie, si può solamente immaginare l’impatto che può avere oggi la Cina sulle nostre giovani menti che, armate di smartphone, ripercorrono proprio le strade in cui i loro preziosi strumenti digitali hanno visto la luce. E inoltre cosa c’è di più instagrammabile della Cina, con il suo bubble tea, le eccentriche feste tradizionali, i risciò, i grattacieli, la Grande Muraglia e la miriade di templi e pagode d’età imperiale? Il fascino immutato di un tempo in perfetta armonia con il progresso dirompente.

Iniziate pure ad allenarvi con le bacchette, perché questo è il nuovo trend del 2019, un trend a colori, cosmopolita e hi-tech.

Categories
Language Courses: Studying AbroadNews_Italiano
Anthea Claps

Laureata in Filologia classica presso l’Università Federico II di Napoli, ha una grande passione per l’arte, la musica e i viaggi. Animata da insaziabile curiosità, sostiene l’importanza della cultura e del “never stop training”. Con lo stesso spirito si occupa di e-learning presso ETN.

No Comment

Leave a Reply

*

*


banner magazine

La guida definitiva per scrivere un progetto di successo

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine
banner magazine

RELATED BY