2 buoni motivi per investire nella mobilità transnazionale e 3 interessanti modalità in cui realizzarla

Investire nell’istruzione e nella formazione per sviluppare abilità è essenziale ai fini della promozione della crescita e della competitività: è infatti dalle abilità che dipende la capacità dell’Europa di...

Investire nell’istruzione e nella formazione per sviluppare abilità è essenziale ai fini della promozione della crescita e della competitività: è infatti dalle abilità che dipende la capacità dell’Europa di incrementare la produttività. Nel lungo periodo le abilità possono attivare l’innovazione e la crescita, spostare la produzione nella parte più alta della catena del valore, stimolare la concentrazione di abilità di livello più elevato nell’UE e plasmare il futuro mercato del lavoro. (…) La qualità dell’istruzione e l’offerta di abilità sono migliorate a livello mondiale e l’Europa deve reagire. (COM – 2012 – 582)

Investire nella formazione in mobilità transnazionale e valorizzare le risorse umane attraverso lo sviluppo delle competenze chiave, è, quindi, uno degli obiettivi principali dell’Unione Europea in ambito educativo e formativo è soprattutto la Scuola dovrebbe farlo per due importanti motivi:

1. creare un collegamento efficae con il mercato del lavoro e favorire l’inserimento degli studenti nel mondo professionale;

2. migliorare il sistema d’istruzione locale e nazionale, innalzando il livello della didattica e di conseguenza la formazione degli studenti.

La mobilità degli studenti può svolgersi in qualsiasi ambito tematico/disciplina accademica, purché sia compatibile con gli obiettivi di apprendimento del corso di studio e con le necessità di sviluppo personale, in modo da garantire l’alta qualità e il massimo impatto possibile sugli studenti. L’esperienza all’estero cambia gli studenti non solo a livello professionale e di acquisizione di competenze, ma aiuta loro a capire che c’è un mondo al di fuori della piccola stanza di casa, che l’Europa è un grande posto dove stare, in cui le differenze sono ricchezze, che le competenze funzionano ovunque e che le idee sono sempre apprezzate, a prescindere dalla provenienza. E i vantaggi non solo per gli studenti, ma anche per i docenti, che hanno, così, modo di confrontarsi con esperti e colleghi stranieri in modo da acquisire nuove metodologie di insegnamento e nuove tecniche di valutazione, oltre che approfondire la conoscenza delle lingue straniere.

Varie sono le possibilità che permettono ai giovani studenti e ai docenti di vivere all’estero un periodo di formazione personale, professionale e sociale.

In particolare, il programma di mobilità dell’Unione Europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport Erasmus+ dà l’opportunità agli studenti degli istituti di istruzione superiore di trascorrere un’esperienza di studio all’estero, con il conseguente riconoscimento delle attività formative svolte, oppure di effettuare un tirocinio formativo all’estero, alternandolo anche alla fase di studio, presso istituzioni, imprese, centri di formazione e ricerca che operano in un altro Paese dell’Unione o aderente al Programma.

Altra possibilità è quella offerta dal Programma Operativo Nazionale (PON) del MIUR, finanziato dai Fondi Strutturali Europei; tra i vari avvisi previsti, il PON Cittadinanza europea ha l’obiettivo di potenziare la “Cittadinanza europea” di studentesse e studenti, implementando la conoscenza, la consapevolezza e la riflessione sulla cultura, i valori, la storia dell’Europa, anche attraverso esperienze all’estero. Il PON Alternanza Scuola-Lavoro, rivolto agli studenti frequentanti il triennio finale delle scuole secondarie di secondo grado, oltre che studentesse e studenti degli Istituti Tecnici Superiori, invece, intende mettere in rete scuole e imprese con percorsi formativi di qualità in vari settori, promuovendo contestualmente la mobilità.

Anche i Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO), ex Alternanza scuola-lavoro, possono essere una straordinaria opportunità che permette di realizzare tirocini formativi presso aziende estere qualificate, a cui si può aggiungere un corso di lingua propedeutico.

Noi di ETN, attraverso questi programmi, da anni aiutiamo i giovani e gli adulti a muoversi, incontrarsi e imparare, con l’obiettivo di far sentir loro che esiste una rete di esperienze, di opportunità, di persone, di posti di cui poter far parte. Con 5 agenzie formative in Europa, offriamo, quindi, alle scuole e agli studenti assistenza continua e gratuita con tutor dedicati, proposte differenziate e personalizzate, la garanzia di un monitoraggio costante delle attività e la produzione documentale che attesta l’esperienza ed il livello raggiunto.

Vieni a scoprire le nostre proposte alla Fiera Didacta Italia, Padiglione Spadolini, Piano Attico, stand 186. Prenota qui l’appuntamento al nostro disk.

Prenota qui il tuo appuntamento al desk di ETN, saremo lieti di ascoltare le tue esigenze e darti tutte le informazioni necessarie.

Categories
Learning by movingNews_Italiano
Mariassunta Telesca

Laureata in Filologia Moderna presso l’Università degli Studi di Salerno, giornalista pubblicista, alla costante ricerca di storie da raccontare, attraverso la carta stampata o il video reportage… Appassionata di innovazione digitale.
Docente certificato di Google

No Comment

Leave a Reply

*

*

RELATED BY