Fiera Didacta Italia 2018: il ruolo delle agenzie formative in un progetto di mobilità transnazionale

Dal 18 al 20 ottobre 2018 , Fiera Didacta Italia a Firenze, apre le porte al mondo della scuola e della istruzione e formazione professionale, con la seconda edizione...
il ruolo delle agenzie formative

Dal 18 al 20 ottobre 2018 , Fiera Didacta Italia a Firenze, apre le porte al mondo della scuola e della istruzione e formazione professionale, con la seconda edizione di questo importante evento fieristico sul territorio italiano.

Migliaia di visitatori, potranno soffermarsi presso i numerosi stand a disposizione, partecipare ai workshops e seminari organizzati dai partner che si occupano della didattica sotto numerosi aspetti, che spaziano dalle innovazioni tecnologiche nell’educazione, ai processi di apprendimento differenziati , alla cultura digitale e molto molto altro.

Sarà anche un’utile occasione per avvicinarsi e approfondire il tema della formazione professionale in mobilità transnazionale.

Si tratta sicuramente di una tematica molto attuale, tenuto conto dei numerosi programmi comunitari e non, che stanno spingendo in maniera sempre piu’ decisa le scuole verso una didattica orientata alla formazione on the job, attraverso esperienze in contesti internazionali e multiculturali.

Al fine di garantire un’esperienza positiva e totalizzante, è importante che gli studenti siano seguiti da personale altamente specializzato dal punto di vista professionale e pronto a gestire tutti gli aspetti organizzativi inerenti il soggiorno formativo all’estero.

In particolare, spicca il ruolo delle agenzie formative sparse sul territorio internazionale, veri punti di riferimento in loco per chi si accinge ad affrontare una esperienza al di fuori del proprio contesto culturale.

Il valore aggiunto dato da queste strutture, risiede nella qualità dei servizi offerti poiché garantiti da differenti figure professionali.

In primo luogo, in ognuno di questi contesti, troviamo il manager di agenzia, figura importante che si occupa del coordinamento di tutto il personale impiegato nella gestione delle esperienze formative e punto di riferimento per ogni esigenza specifica delle scuole e dei progetti.

Altrettanto considerevole è il ruolo del “work placement and training officer”, soggetto deputato alla predisposizione del percorso formativo vero e proprio, improntato sulla base delle specificità del progetto e dei profili tecnico/professionali dei partecipanti.

All’aspetto strettamente educativo, è importante affiancare anche situazioni ludiche che arricchiscano il bagaglio culturale dei ragazzi in maniera piu’ informale; ed è qui che entra in gioco la figura del group coordinator o tutor , soggetto preposto all’organizzazione di visite culturali, escursioni e gestione di parte del tempo libero dei ragazzi.

La sua importanza è data anche dallo stretto legame che si viene a creare con il gruppo, che trova nel proprio tutor di agenzia il punto di riferimento per ogni necessità, formativa e non, che riguardi la permanenza nel territorio estero.

Ovviamente, come ogni società articolata e organizzata, non manca la figura dell’operations manager, forse la meno vicina ai partecipanti del progetto, ma fondamentale per il disbrigo delle formalità amministrative e burocratiche necessarie al buon andamento del progetto stesso.

Va da sé che un contesto cosi strutturato con ruoli e professionalità be definite, rappresenta una garanzia non solo per la qualità che attribuisce al progetto ma anche per la tranquillità con cui una scuola affida i propri studenti.

Per maggiori dettagli pratici e per conoscere da vicino la struttura delle agenzie europee del gruppo ETN, ti aspettiamo a Didacta con tanto materiale da mostrarti!

Categories
Learning by movingTalking about_Italiano
No Comment

Leave a Reply

*

*


banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine
banner magazine

RELATED BY