E-learning: perché studiare online

Online o non online? Questo è il dilemma! Uno studio (ATD Report 2016) riguardante i metodi usati dalle organizzazioni per trasmettere conoscenze e abilità ai propri dipendenti mostra come,...

Online o non online? Questo è il dilemma!

Uno studio (ATD Report 2016) riguardante i metodi usati dalle organizzazioni per trasmettere conoscenze e abilità ai propri dipendenti mostra come, di anno in anno, sempre più ore di training dal vivo vengono sostituite con lezioni su piattaforme digitali. Si passa da una proporzione di circa l’85% offline e il 15% online nel 2002 ad una quasi parità del 50% tra le due categorie nel 2016. Questi dati dimostrano che l’e-learning presenta sicuramente dei vantaggi. Vediamo quali:

Innanzitutto c’è un risparmio di risorse, sia per chi eroga il corso che per lo studente: sul trasporto, sui materiali usati, sul personale impiegato. Risparmiare risorse ha conseguenze positive su chi acquista il corso ma anche sull’ambiente, perché il prezzo si abbassa e allo stesso tempo si produce meno inquinamento (minore utilizzo di carta e di combustibili).

Un’altra caratteristica positiva è la flessibilità. Un corso online risponde alle esigenze di chi non ha tanto tempo libero ma vuole continuare a formarsi, permettendo di studiare a qualsiasi ora e di interrompere e riprendere le lezioni in qualunque momento. La scelta del “quando” si abbina a quella del “quanto”, cioè quanto tempo è sufficiente per apprendere; in questo modo ognuno può studiare rispettando i propri ritmi. In alcuni casi c’è anche flessibilità di contenuti, ovvero la possibilità di selezionare gli argomenti di maggiore interesse, saltarne alcuni, aggiungerne altri oppure ordinarli in base alle proprie necessità. Se un corso è flessibile è personalizzabile.

I corsi online sono spesso più divertenti grazie all’interattività e alla multimedialità, che mantengono alta l’attenzione dello studente. Piuttosto che leggere solo dei testi scritti o ascoltare le lezioni di un docente, il mix di video, testo, audio, immagini ed esercizi interattivi creano un apprendimento attivo. Se l’allievo è attento apprende meglio, ma se è anche motivato a raggiungere un traguardo di conoscenza allora l’impegno che ci metterà sarà maggiore. Per questo molti corsi online inseriscono anche la “gamification”, ovvero il sistema di punteggi che dà dei riconoscimenti quando si superano dei livelli intermedi di conoscenza. È (quasi) come giocare a Super Mario Bros!

Infine ulteriori vantaggi sono: la facilità di distribuire il corso online a chiunque abbia un dispositivo e una connessione internet ovunque si trovi, e la possibilità del docente di monitorare i progressi di ciascuno studente anche attraverso i grafici, realizzando statistiche con i dati raccolti. La realizzazione di un corso online non comporta automaticamente questa serie di vantaggi e la sua efficacia dipende da tanti fattori (gli argomenti da trattare, gli obiettivi di apprendimento, i materiali a disposizione, come è stato progettato, ecc…)

Ma è pur sempre una sfida che vale la pena affrontare.

Categories
E-Learning_Italiano

Laureata in Economia e Management alla LUISS – curiosa di natura, ama esplorare nuovi luoghi, culture, cucine tradizionali, lingue straniere. Il jazz è il suo genere di musica preferito, perché è imprevedibile. Legge prevalentemente saggi e libri di formazione, colleziona fotografie di moda e riviste di National Geographic. Cura la rubrica dedicata all’e-learning, interrogandosi sul futuro dell’educazione.

No Comment

Leave a Reply

*

*


banner magazine

La guida definitiva per scrivere un progetto di successo

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine
banner magazine

RELATED BY