E-learning: come nasce e quali sentieri percorre

La tecnologia preme sul pedale dell’acceleratore e il mondo corre sempre più veloce. Ormai tutto (o quasi) è a portata di mouse e la mobilità (delle persone, delle tendenze...

La tecnologia preme sul pedale dell’acceleratore e il mondo corre sempre più veloce. Ormai tutto (o quasi) è a portata di mouse e la mobilità (delle persone, delle tendenze e delle conoscenze) è diventato un bisogno da soddisfare.

L’apprendimento, come tutte le altre azioni umane, si evolve per adeguarsi a questo nuovo ritmo e diventa “e-learning”. Cos’è, dunque, l’e-learning? Il termine e-learning viene tradotto generalmente come teledidattica ed indica un particolare metodo di insegnamento che si avvale di dispositivi tecnologici e del web. Esistono, infatti, piattaforme digitali che permettono di creare interi corsi e, addirittura, percorsi universitari, che sostituiscono in tutto e per tutto le classiche lezioni in aula. Basta una connessione ad internet e un device, che sia un pc un tablet o uno smartphone, e si è in grado di seguire un corso di fotografia, un master di giornalismo o un aggiornamento professionale dovunque ci si trovi e con estrema facilità. È l’apprendimento in movimento.

Sebbene ci siano state già in precedenza delle forme di educazione nuove e sperimentali, la vera rivoluzione avviene dopo la nascita del World Wide Web (1989). Uno dei primi esperimenti formativi è stato, nel 1994, il liceo online CompuHigh. Man mano sempre più enti, sia pubblici che privati, più o meno velocemente a seconda del paese, si sono adeguati alle nuove esigenze. Oggi l’offerta formativa è molto più ampia di allora e molti dei corsi erogati danno la possibilità di ricevere un attestato di partecipazione o un vero e proprio titolo di laurea. Anche il progetto ministeriale dell’”Alternanza scuola-lavoro” recentemente si è adeguato ai tempi inserendo, tra le diverse alternative per gli studenti delle scuole superiori, dei corsi online.

Una volta capito cos’è l’e-learning, rimane da scoprire come di fatto si svolge l’apprendimento virtuale. A seconda di come vediamo la formazione cambierà il modo di fare e-learning. Se il ruolo del docente è solo quello di dare feedbacks positivi o negativi allo studente, in un gioco di domande e risposte, allora probabilmente si avrà un’educazione incompleta. Allo stesso modo se, agli occhi dell’insegnante, chi apprende è un vaso da riempire con più informazioni possibili, non si tiene conto di come si apprende efficacemente, ovvero attraverso l’attenzione, la curiosità e il divertimento. Ma come si fa ad avere la certezza che lo studente è attento e partecipativo? Ad esempio, se in classe un maestro può accorgersi quando un allievo sta giocando con lo smartphone sotto il banco o guarda fuori dalla finestra, in un corso online questo ruolo di “controllore” è sostituito dalla sola coscienza dello studente, a volte non proprio responsabile!

Qual è allora la strada giusta? Lo scopo di chi crea un corso online dovrebbe essere quello di guidare la costruzione della conoscenza, stimolando allo stesso tempo la curiosità, la creatività e l’abilità di problem solving. Oggi siamo circondati da mille stimoli, informazioni e distrazioni che rendono questo obiettivo formativo una vera e propria sfida. Avrà successo chi sarà in grado di rispondere non solo al bisogno di conoscenza, ma allo stesso tempo a quelli di mobilità, velocità, flessibilità e varietà degli studenti di oggi e di domani.

Categories
E-Learning_Italiano

Laureata in Economia e Management alla LUISS – curiosa di natura, ama esplorare nuovi luoghi, culture, cucine tradizionali, lingue straniere. Il jazz è il suo genere di musica preferito, perché è imprevedibile. Legge prevalentemente saggi e libri di formazione, colleziona fotografie di moda e riviste di National Geographic. Cura la rubrica dedicata all’e-learning, interrogandosi sul futuro dell’educazione.

No Comment

Leave a Reply

*

*


banner magazine

La guida definitiva per scrivere un progetto di successo

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine
banner magazine

RELATED BY