Ai piedi del monte Vitosha, vitale, aperta, dinamica: l’Erasmus+ a Sofia è un viaggio tra tradizione e modernità

Con il monte Vitosha a farle da sfondo come a proteggerla e avvolgerla quasi come un padre con una figlia, sorge la città di Sofia, capitale della Bulgaria e...

Con il monte Vitosha a farle da sfondo come a proteggerla e avvolgerla quasi come un padre con una figlia, sorge la città di Sofia, capitale della Bulgaria e metropoli europea dinamica e aperta che conta oggi più di 1.200.000 abitanti. Sofia si trova infatti in una posizione del tutto insolita e caratteristica ai piedi della catena montuosa Vitosha, lunga 23 chilometri e visibile da tutte le zone della città, che raggiunge la vetta massima del Cherni Vrah a 2290 metri insieme agli altri monti che fanno parte del Parco Naturale Vitosha, il parco naturale più antico dei Balcani.

Dalla storia affascinante e particolare, Sofia è la capitale della Bulgaria dal 1879, dopo che cadde il regno ottomano ad opera dei russi nel 1878 a seguito di due anni di guerra russo-turca e dopo quasi 500 anni di dominazione fatta di oppressione e sfruttamento economico: il 3 marzo del 1878 fu una data storica per il popolo bulgaro, poiché fu il giorno della firma del Trattato di pace di Santo Stefano fra la Russia e l’Impero ottomano.

Tutto iniziò da tanti gruppi di giovani che credevano nel valore della libertà e della patria che insorsero contro quel predominio dando il via a un potente movimento rivoluzionario che sfociò poi nella guerra di liberazione russo-turca. Uno di questi giovani valorosi e coraggiosi fu Vasil Levski, diventato poi eroe nazionale, ideologo e principale organizzatore della rivoluzione nazionale bulgara, a cui è anche intitolato lo stadio nazionale della Bulgaria costruito nel 1953, il più grande stadio del Paese con sede proprio a Sofia.

Ancora oggi il 3 marzo per i bulgari è una giornata molto importante e sentita, da dedicare a festeggiare l’anniversario della liberazione con cerimonie ufficiali e dimostrazioni militari su tutto il territorio, ad ornare di ghirlande di fiori i monumenti e le chiese intitolati ai caduti di guerra, ad ascoltare il discorso del Presidente della Bulgaria.

Affermare la propria identità, recuperare la propria cultura e le proprie tradizioni, ricostruire le fondamenta di un popolo per troppo tempo vessato e oppresso furono gli obiettivi principali del periodo post-liberazione per la nazione bulgara, che riuscì a trasformare un evento terribile come una guerra in un processo di liberazione che lasciò in eredità a tutti un patrimonio prezioso di libertà e di pace.

Sofia, con oltre un milione di abitanti e divisa in 24 quartieri, non solo è la città più grande della Bulgaria, ma anche la più estesa e densamente popolata, nonché importante centro amministrativo, culturale e industriale del Paese. Con un fascino particolare, diverso da quello delle altre capitali dell’est come Praga e Budapest e legato molto alla storia che i suoi monumenti raccontano a chi vuole conoscerli e visitarli, Sofia è anche la quinta capitale europea più alta d’Europa con i suoi 550 metri di altezza.

Passare un periodo di tempo a Sofia soprattutto per svolgere attività di formazione come tirocini o visite professionali, costituisce davvero una grande opportunità per scoprire una metropoli moderna, aperta e dinamica, per conoscere nuove e diverse tradizioni e stili di vita, per mettersi in gioco in una città così particolare anche per il suo alfabeto, il cirillico: tutto questo può essere possibile grazie a Bulgaria Gateway, la nostra agenzia con sede proprio a Sofia, specializzata nella gestione e realizzazione di progetti e attività formative, come l’Erasmus+, per studenti e docenti provenienti da tutta Europa.

Categories
Bulgaria GatewayLearning by moving_Italiano

Laureata in lettere moderne, con la passione per la cultura classica, i gialli e gli animali. Un paio di anni fa ha ‘adottato’ a distanza un meraviglioso bimbo etiope di 5 anni di nome Emmanuel, a cui pensa tutti i giorni e a cui augura una vita felice e serena. Vive a Potenza, dove passa le sue giornate con la sua famiglia in compagnia di Miss Marple, Jessica Fletcher e tanti cani e gatti.

No Comment

Leave a Reply

*

*


banner magazine

La guida definitiva per scrivere un progetto di successo

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine
banner magazine

RELATED BY