Vivere a Rimini: hai presente la dolce vita?

La forza azzurra dell’Adriatico e il vortice delle stagioni: vivere a Rimini è un eco di dolce vita. Qui ti apriamo le porte della regina della Riviera.

La forza azzurra dell’Adriatico e il vortice delle stagioni: vivere a Rimini è un eco di dolce vita. Qui ti apriamo le porte della regina della Riviera.

Se fino a qualche anno fa nell’immaginario collettivo vivere a Rimini era sinonimo solo di estate, discoteche in riva al mare e piadine a tutte le ore, negli anni Rimini ha corroborato la sua aura da dolce vita, con attività, esperienze e cose da scoprire in ogni stagione.

In realtà, la rivoluzione riminese non si esaurisce nel suo centro storico o nelle sue tradizioni. Rimini si respira fin dalla Valconca e la Valmarecchia, le due valli che contengono la città e la sospingono con dolcezza a contatto col mare.

Parlando di Rimini, ti accorgerai di qualcosa di straordinario: ci sono persone che della città di Rimini potrebbero svelare ogni segreto, persone che la vivono tutti i giorni e persone che, per anni, l’hanno avuta come sfondo delle loro vacanze. Alcuni erano bambini quando ci sono stati per la prima volta e a Rimini sono legati i ricordi delle estati d’infanzia, sonnacchiose e gialle tra palloni e braccioli. Altri legano a Rimini il ricordo delle prime vacanza da adolescenti, le prime libertà e i primi balli sotto le stelle. Altri ancora sono tornati a Rimini per portarci i loro figli e trasmettere loro ricordi e serenità di un luogo del cuore.

Rimini apre e chiude cerchi di vita perché ha la capacità di rinascere nel cuore di chi la scopre e la frequenta.

Ecco perché la sua accoglienza non si dimentica.

Ma come si vive la Rimini meno convenzionale, quella che non per forza vortica nelle discoteche e sulle spiagge affollate del mese d’agosto?

 

Rimini amarcord

Conosci il volto amarcord della città di Rimini? Perché vivere a Rimini significa entrare ed uscire dalle atmosfere cinematografiche ispirate ai lavori di Fellini e da una storia lunga 2000 anni che si snoda attorno al Tempio Malatestiano.

La città spensierata delle lunghe giornate sotto l’ombrellone non è l’unica da scoprire: vivere a Rimini da studente significa cogliere opportunità anche quando il sole si fa meno forte e l’estate lascia il passo all’autunno e poi all’inverno. E se nessuno, in genere, pensa come si possa vivere a Rimini in una stagione che non sia l’estate, la verità è che questo angolo d’Emilia Romagna si è conquistata un posto di prestigio nella classifica dei luoghi in cui vivere e studiare diventa una vera opportunità.

Ed ecco che il mare diventa un regalo da concedersi più volte durante l’anno.

 

 Vivere e lavorare a Rimini…e dintorni

E se il mare non basta più? Lasciamo la Riviera a fare da sfondo e godiamoci il panorama che si gode fuori città. Oltre Rimini, infatti, gusti, sapori e meraviglie attendono in Valconca e Valmarecchia, le valli e i colli in cui natura e cucina tradizionale si fondono. Qui, ci si allontana dall’anima internazionale della città di Rimini e si riscoprono veracemente elementi fondamentali della cultura romagnola di un tempo e che ancora vivono nel piatto e nel bicchiere.

E ancora borghi, vigneti e palazzi signorili che fanno dimenticare – almeno per un po’ – il richiamo del mare. Luoghi da godere soprattutto in autunno o in primavera, quando i filari cambiano colore.

I borghi della Valconca – tra cui Montescudo, Montefiore Conca e Mondaino con la sua rocca inespugnabile – restano in bilico tra passato e presente.

A Saludecio, i murales narrano la storia di luoghi e persone con una tecnica artistica secolare. A San Clemente, Montecolombo e Coriano, il vino rosso è un vero e proprio talento. E poi ancora, il Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello incornicia Pennabilli con i suoi castelli sopra e sotto la rupe (Billi e Penna).

Il giro finisce (o ricomincia) a Sant’Agata Feltria, terra di tartufo bianco e novelle.

Ma la vera rivoluzione del vivere a Rimini ha due ruote, e si chiama…

 

Bicicletta: l’anima di Rimini

Vivere a Rimini vuol dire anche godersi le giornate su due ruote. Spostarsi in bicicletta, per i riminesi, è un’esigenza naturale. E quest’abitudine virtuosa ha contagiato negli anni anche i turisti, che spesso scelgono un bike hotel per riposare i muscoli dopo una pedalata tra i borghi intorno a Rimini. Ma la bici e le camminate sono una modalità per vivere Rimini fin dal suo centro storico. Qui l’urban trekking alla scoperta del lascito di Federico Fellini scollina in San Leo, il borgo arroccato su una rupe che guarda il mare da secoli e toglie il fiato.

E a proposito di togliere il fiato, fermare la pedalata sotto il Castello di Montebello per ascoltare la voce del fantasma della piccola Azzurrina è un brivido da non perdere.

E il mare? Non lo abbiamo perso di vista, perché passeggiare e fare running sul lungomare nelle giornate d’inverno più soleggiate è un vero e proprio lusso, se decidi di vivere, lavorare o studiare a Rimini. Il Parco del Mare, poi, è la location perfetta per fare allenamento outdoor con lo sfondo della città e il rumore delle onde intorno a te.

 

Rimini intorno a noi

Se ti stai chiedendo se a Rimini si respiri aria d’Europa, la risposta è , perché qui gli studenti e i ragazzi di tutta Europa si sentono a casa, pur se in mezzo a tradizioni fortemente radicate a questa terra.

Noi viviamo ogni giorno questo confine tra Europa e Riviera Romagnola, respirando progetti e voglia di crescere, a partire dal nostro lavoro di agenzia.

E il nostro viaggio continua…

Categories
Learning by movingNewsSistema Turismo_Italiano

No Comment

Leave a Reply

*

*


banner magazine

La guida definitiva per scrivere un progetto di successo

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine
banner magazine

RELATED BY