Google Classroom: un 2021 ricco di novità e aggiornamenti per la tua classe digitale

Nell’ultimo anno il mondo della scuola ha dovuto adattarsi rapidamente alle sfide derivanti dall’emergenza Coronavirus, utilizzando quotidianamente gli strumenti digitali: più di 150 milioni di studenti, docenti e dirigenti...

Nell’ultimo anno il mondo della scuola ha dovuto adattarsi rapidamente alle sfide derivanti dall’emergenza Coronavirus, utilizzando quotidianamente gli strumenti digitali: più di 150 milioni di studenti, docenti e dirigenti scolastici in tutto il mondo utilizzano oggi le app della G Suite for Education (oggi Google Workspace for Education) e, in particolare, Google Classroom.

Classroom è stata utilizzata soprattutto come “hub” di apprendimento durante la pandemia, poiché considerata da molte scuole come il loro sistema di gestione dell’apprendimento (LMS). Il team Google ha lavorato, quindi, all’evoluzione di questo strumento, recependo i feedback pervenuti in questi mesi e assicurandosi che mantenga la semplicità e la facilità d’uso che lo rendono così utile per insegnanti, studenti e dirigenti scolastici di tutto il mondo.

Vediamo un’anteprima delle nuove funzionalità in arrivo in Classroom nel corso dell’anno:

  • La prima novità, già disponibile in questi giorni è la Formattazione RTF per personalizzare i compiti e i post di con testi in grassetto, corsivo, sottolineato e punti elenco.
  • Dirigenti scolastici, insegnanti e studenti utilizzano spesso diversi  strumenti educativi e hanno bisogno che interagiscano, per questo presto, per gli insegnanti che utilizzano Google Workspace for Education Plus o Teaching and Learning Upgrade, sarà possibile scegliere i propri strumenti e contenuti EdTech preferiti da un marketplace e assegnarli agli studenti direttamente all’interno di Classroom, il tutto senza ulteriori accessi. Gli amministratori potranno anche installare componenti aggiuntivi per gli insegnanti nei loro domini.
  • Entro la fine dell’anno, gli amministratori che utilizzano Education Plus potranno creare classi e sincronizzare gli elenchi direttamente in Classroom dal loro Student Information System (SIS).
  • La sincronizzazione dell’elenco SIS consentirà agli insegnanti di tenere traccia dei voti e di trasferirli dal Registro dei voti di Classroom allo Student Information System (SIS), eliminando la necessità di mettere i voti in due posizioni.
  • Novità non di poco conto è la possibilità di monitorare il coinvolgimento degli studenti: i docenti potranno visualizzare statistiche pertinenti su come gli studenti interagiscono con Classroom, ad esempio quali studenti hanno inviato un compito o commentato un post in un determinato giorno.
  • È in fase di aggiornamento l’app Classroom per Android, per permetterle di funzionare anche in modalità offline o con connessioni intermittenti: gli studenti potranno iniziare il loro lavoro offline, rivedere i compiti, aprire gli allegati di Drive e scrivere i compiti in Documenti Google, il tutto senza una connessione Internet.
  • Molto spesso gli studenti scattano foto di compiti cartacei e li caricano su Classroom, così come i docenti allegano ai compiti fotografie di testi e libri. Per tale motivo saranno semplificati l’invio di foto nell’app Classroom per Android e la revisione da parte degli insegnanti. Sarà possibile scansionare e unire le foto in un unico documento, ma anche ritagliare o ruotare le immagini e regolare l’illuminazione.
  • Sempre più insegnanti utilizzano Classroom sui dispositivi mobile, per questo sarà migliorata la valutazione in Classroom su Android, inclusa la possibilità di alternare tra i compiti degli studenti, valutare durante la visualizzazione di un compito e condividere feedback.

Come puoi vedere, molti degli aggiornamenti annunciati si basano proprio sulle esigenze reali di docenti e studenti, per questo è importante che ognuno fornisca il proprio feedback, contribuendo al miglioramento di uno degli strumenti chiave della didattica del III millennio.

Categories
Formazione per docentiNews_Italiano
Mariassunta Telesca

Laureata in Filologia Moderna, Giornalista pubblicista, da sempre appassionata di innovazioni digitali. “Come la tecnologia può aiutare, supportare e migliorare il nostro lavoro quotidiano?” Questa è la domanda che si pone costantemente e che è alla base del suo lavoro.

No Comment

Leave a Reply

*

*

RELATED BY