Google Keep: l’assistente virtuale per organizzare l’attività didattica

Organizzare l’attività didattica da svolgere nelle varie classi, per le varie discipline, non è cosa scontata e richiede molta preparazione: scelta degli argomenti da trattare, selezione dei materiali, creazione...

Organizzare l’attività didattica da svolgere nelle varie classi, per le varie discipline, non è cosa scontata e richiede molta preparazione: scelta degli argomenti da trattare, selezione dei materiali, creazione delle attività di verifica, e molto altro. Molte volte, inoltre, un argomento non piò essere trattato per tutti gli alunni allo stesso modo, quindi è necessario creare lezioni individualizzate con materiale personalizzato in base alle esigenze. 

Come sempre, però, gli strumenti Google ci vengono in supporto: Google Keep, infatti, è un’ottima app per organizzare tutto il processo che precede una lezione in classe.

Innanzitutto è utilissimo per creare una scaletta della lezione o degli argomenti da trattare in un modulo, grazie alla possibilità di creare note con caselle di controllo, che puoi spuntare ogni qual volta hai affrontato un punto dell’elenco, così da tenere traccia dei punti svolti. Keep si rivela un ottimo strumento anche per organizzare il materiale didattico da utilizzare, digitalizzando tutto ciò che può essere utile per la lezione, che sia del testo presente in un libro, del materiale presente in rete, degli appunti di un corso, ecc. L’app, infatti, permette di recuperare il testo da un’immagine, come nel caso di foto relative a libri di testo o giornali, ma riconosce anche il testo presente in una nota scritta con grafia manuale, come nel caso di appunti, e recupera il testo di una nota vocale, cosicché puoi leggere un brano e contemporaneamente averne il testo scritto. Inoltre, grazie all’estensione Keep in Chrome, se trovi in rete del materiale utile alla tua lezione puoi creare direttamente delle note in Keep che rinviano a quel sito web. Avrai, così, delle note con tutti i testi, le immagini e le annotazioni da utilizzare nell’attività didattica, che puoi organizzare assegnando loro delle etichette o dei colori specifici, cosicché potrai facilmente individuare ciò che ti serve.

A questo punto potrebbe, però, esserti utile unificare tutte le note raccolte in un unico documento: grazie all’integrazione di Keep con Documenti Google, con pochi clic, avrai la possibilità di modificare le note nell’editor di testo, rendendole organiche. In questo modo potrai facilmente condividere il file con altri docenti o alunni o stamparlo per presentarlo in classe. 

Sei curioso di mettere in pratica queste funzionalità?

Categories
Docenti: Competenze e formazioneNews_Italiano
Mariassunta Telesca

Laureata in Filologia Moderna, Giornalista pubblicista, da sempre appassionata di innovazioni digitali. “Come la tecnologia può aiutare, supportare e migliorare il nostro lavoro quotidiano?” Questa è la domanda che si pone costantemente e che è alla base del suo lavoro.

No Comment

Leave a Reply

*

*

RELATED BY