La base di un buon progetto Erasmus+ è il budget. Ecco come compilarlo

Una delle fasi principali nella realizzazione di un’azione di mobilità all’estero è quella relativa alla stesura del budget, parte fondamentale del progetto cui prestare la massima attenzione in fase...

Una delle fasi principali nella realizzazione di un’azione di mobilità all’estero è quella relativa alla stesura del budget, parte fondamentale del progetto cui prestare la massima attenzione in fase di candidatura.

Durante le attività di europrogettazione per la scuola è infatti fondamentale seguire con attenzione la compilazione delle diverse sezioni di spesa, al fine di rispettare correttamente i criteri guida del Bando.

Il budget per Erasmus+ varia a seconda dell’Azione Chiave a cui si partecipa; tuttavia, in linea generale, la regola di base da seguire è quella basata sulla distinzione tra costi reali e costi unitari.

Cosa significa?

Sotto la voce costi unitari sono racchiusi tutti quegli oneri per cui il bando definisce un limite massimo di spesa rimborsabile, come ad esempio il contributo per il viaggio di un partecipante. Generalmente, rientrano in questa categoria di costi:

  • costi di viaggio;
  • supporto organizzativo;
  • supporto agli individui;
  • contributo per il corso (in caso di KA1 STAFF)

Ecco in dettaglio:

Costi di viaggio

Il contributo copre le spese di viaggio di andata e ritorno e viene calcolato sulla base di costi unitari per fasce di distanza. La fascia chilometrica si riferisce a una sola tratta del viaggio mentre la tariffa corrispondente copre sia il viaggio di andata che quella di ritorno.

Per inserire correttamente nelle candidatura il contributo ai costi di viaggio delle mobilità, le distanze devono essere calcolate utilizzando il Calcolatore di distanza, uno strumento online messo a disposizione dalla Commissione Europea: sulla base della distanza in km è necessario selezionare la fascia di distanza e la corrispondente tariffa da inserire nel budget.

 

Supporto organizzativo

Tale importo di spesa è calcolato sulla base del numero dei partecipanti alla mobilità e comprende tutti i costi direttamente legati alla realizzazione delle attività come la preparazione pedagogica, interculturale e linguistica dei partecipanti, il monitoraggio e il supporto dei partecipanti durante la mobilità e la verifica dei risultati.
L’importo viene calcolato sulla base di scale di costi unitari pro-capite. Alcuni esempi di costi imputabili a questa voce di spesa sono:

  • Costi di preparazione e follow-up del Piano di sviluppo europeo;
  • Costi legati all’organizzazione delle mobilità con le istituzioni partner.

 

Supporto agli individui

Il contributo copre i costi legati al soggiorno dei partecipanti durante le mobilità, quindi vitto, alloggio, trasporti locali. Viene calcolato sulla base di scale di costi unitari per paese e per durata di permanenza all’estero.

 

Contributo per il corso (in caso di KA1 STAFF)

Il contributo copre i costi direttamente legati al pagamento di tasse per l’iscrizione al corso di formazione scelto. La richiesta del supporto finanziario per costi di corso dovrà essere motivata nella candidatura specificando che il progetto prevede la frequenza di corsi di formazione determinati.

 

I costi reali sono invece quei costi che variano a seconda dell’importo speso, così come giustificato in fase di rendicontazione. Rientra in questa categoria il Contributo per persone con bisogni speciali, la cui partecipazione è altamente incoraggiata dal Programma Erasmus+.

Tale partecipazione è infatti garantita dalla possibilità di inserire nel budget la richiesta di un contributo per costi aggiuntivi, purché essa sia opportunamente motivata nella candidatura. Il contributo è calcolato sulla base di costi reali effettivamente sostenuti.

Tra i costi reali vengono annoverati anche i cosiddetti costi eccezionali, tra cui rientrano:

  • I costi relativi all’eventuale richiesta di garanzia finanziaria da parte dell’Agenzia nazionale;
  • le eventuali spese di viaggio che superano gli importi forfettari qualora si dimostri che i costi unitari non riescano a coprire almeno il 70% del costo del viaggio.

Anche in questo caso la richiesta di contributo per costi eccezionali deve essere adeguatamente motivata nella candidatura.

Per approfondire il tema relativo alla stesura del Budget per i progetti Erasmus+ KA1, ETN vi aspetta giovedì 19 dicembre al webinar “Progettazione Erasmus+: il Budget”. Per info e iscrizioni clicca qui.

Categories
Docenti: Competenze e formazioneLearning by movingNews_Italiano

Laureata all’IUO in Scienze Politiche – Relazioni Internazionali, ha una grande passione per i viaggi, la conoscenza di nuove culture e “way of life”, lettura di romanzi, narrative, saggi. Ama stare con i suoi amici, con la sua famiglia e soprattutto con le sue splendide figlie. Nella sezione “Skills, Training and Projects” si occupa di progettazione europea e consigli per accrescere le competenze per una scuola competitiva e innovativa.

No Comment

Leave a Reply

*

*

RELATED BY