Malaga: non solo movida, tapas e olè…

Quando pensi alla Spagna ti vengono in mente Nadal, i toreri, la paella, la magnifica rambla di Barcellona, l’elegante austerità di Madrid, la Liga, la musicalità dello spagnolo (eh...

Quando pensi alla Spagna ti vengono in mente Nadal, i toreri, la paella, la magnifica rambla di Barcellona, l’elegante austerità di Madrid, la Liga, la musicalità dello spagnolo (eh no, non basta aggiungere una “s” alla fine di ogni parola per potersi dichiarare un fine conoscitore della lingua di Garcia Lorca), il mare e il divertimento. E il sole? Come hai fatto a dimenticarlo? Dopo tutto, nella penisola iberica si trova la famosa Costa del Sol, un nome un’abbronzatura. E la sua capitale, Malaga, è un posto che vale davvero la pena visitare: non è solo movida, tapas e olé ma anche un importante centro culturale ricco di storia e curiosità. 

Qui di seguito ne puoi trovare alcune.

 

300 giorni di sole all’anno.
Hai letto bene! 300 giorni, valorosi ed eroici come i soldati del film con Gerard Butler.

Se vuoi, puoi anche imparare a dire “ombrello” in spagnolo ma sarà una di quelle parole che potrai dimenticare in fretta, senza rimpianti. La crema solare… ecco, quella invece faresti meglio a ricordarla.

 

Il Festival del Cinema.
Inaugurato nel 1998 e giunto alla 19esima edizione, il Festival del Cinema è l’evento cinematografico più importante della Spagna. Se capiti a Malaga nel periodo del festival – l’evento si svolge tra marzo e aprile –  indossa lo smoking e vai a caccia di vip: potresti imbatterti in Antonio Banderas o Javier Bardem e far morire di invidia le tue amiche. O di rimpianto la tua ragazza.

 

Un secondo è per sempre
“Alice: Per quanto tempo è per sempre?
– Bianconiglio: “A volte, solo un secondo”.

“E quanto tempo è un secondo?”
Ebbene, a Malaga potrete vivere quel “per sempre” e quel secondo, grazie agli orologi della metro: sono britannici e segnano lo scoccare di un nuovo minuto ogni 59 secondi, anziché 60.

 

Un giorno al museo.
Se non vedi l’ora di liberarti della tua immagine di eterno giovane dedito alla vita picaresca – anche perché ormai hai 42 anni e dopo un’aranciata hai un hangover di 3 giorni – Malaga è il posto per te.
Museo del vetro, Centro dell’Arte Contemporanea, Museo Carmen Thyssen, Centre Pompidou, Museo Picasso…i suoi 30 musei sparsi per il centro ne fanno una delle città spagnole con maggior densità di musei ed il luogo ideale per rifarti un’immagine e una cultura. …impara l’arte e non metterla da parte.

 

Il Giardino botanico.
Se hai il pollice verde e ti piace camminare, espirare, inspirare per farti ispirare, il giardino botanico è il posto giusto per te. Fiori, piante esotiche, ruscelli, fontane e il giro del mondo in 80 alberi. Phileas Fogg, a noi due.

 

Picasso.
Dopo Barcellona e Parigi, anche Malaga ha il suo museo dedicato a Picasso. E non poteva essere diversamente visto che il geniale artista nacque proprio a Malaga. 

Inaugurato nel 2003 nel Palacio Buenavista, il museo raccoglie, tra pitture, disegni e sculture, ben 204 opere che seguono l’intero percorso artistico del maestro spagnolo.  

 

E allora cosa aspetti? VAMOS A MALAGA, HOMBRE!! 

E siamo sicuri che, come nella canzone di Fred Bongusto, il tuo cuore resterà per sempre in questa splendida città. 

Categories
Learning by movingNews_Italiano

Laureato in Lingue e Letterature Straniere, ha vissuto a Torino, Barcellona, Valencia e Londra.
Appassionato di musica, letteratura, ricordi e sguardi fragorosi, in “Do you know that” scrive di elenchi, curiosità, consigli e viaggi (veri e immaginati).

No Comment

Leave a Reply

*

*


banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine
banner magazine

RELATED BY