Che colore ha la pioggia? A Cork troverai la risposta! – Il racconto dell’Erasmus+ di Josè e Carolina

Racconti dall'Erasmus - ep 3

Giovedì 7 Marzo, 8 gradi e a Cork nessun accenno di primavera.
Spring is here again” proprio per niente, gioco con i fili della sciarpa e mi riscaldo con una cioccolata presa all’O’Conaill Chocolate Shop, a due passi dall’ufficio di Training Vision Ireland, dove mi trovo per incontrare due ragazzi portoghesi – Carolina e José – a Cork dal 4 febbraio.

Rispolvero un po’ di portoghese imparato in Spagna durate la mia esperienza Erasmus a…Barcellona e dopo un briefing con la mia coscienza, decido che è meglio rifugiarmi nell’inglese.

Ripasso mentalmente la strada per tornare a casa e rinuncio al muffin pensando allo sguardo truce del mio nutrizionista; e mentre ripasso e rinuncio, vedo entrare José e Carolina.

Entrambi muniti di ombrello e sorriso timido, si siedono e si guardano intorno incuriositi. Chiedo subito un parere su un famoso portoghese… e no, cari lettori, non mi riferisco a Pessoa, Magellano o Saramago…sto parlando di Cristiano Ronaldo.
Carolina ride e mi dice che non segue il calcio; José mi mostra una foto che lo ritrae insieme al calciatore portoghese; “a wonderful day”, dichiara ammirato.

Entrambi della Escola Secundaria Alfonso Lopes Pereira, sono a Cork da un mese e ci resteranno fino al 4 Aprile.

Stanno svolgendo un tirocinio come marketing assistant presso l’agenzia di viaggio Dawson Travel, al 35 di Princes Street, la strada dei principi.

Durante il lunch break, vanno spesso al ristorante lì vicino dove hanno stretto amicizia con Tom, il proprietario: nonostante il suo accento ostico (ma per nulla ostile) riescono a parlare di tutto, soprattutto di suo figlio, avvocato a Dublino.

José adora Cork, la sua storia e la cultura irlandese in generale. All’inizio ha fatto un po’ d fatica ad abituarsi alle differenze rispetto al suo Portogallo ma dopo sole 4 settimane si sente a suo agio mentre cammina per le stradine della città.

Anche Carolina è rimasta affascinata da Cork: i negozi, gli edifici del centro, la disponibilità delle persone. L’unica cosa che non gli piace è la pioggia, qui davvero frequente. Approfitto dell’argomento per chiedere a entrambi i titoli di canzoni con “rain” e mi sorprendono citando “Purple Rain” di Prince e “Red Rain” di Peter Gabriel. Mentre penso ad un altro colore per la pioggia, chiedo se hanno piani per il futuro, senza tener presente che per un ragazzo e una ragazza di 19 e 17 anni il futuro non è altro che il presente in ritardo di 2 secondi.

E infatti, Carolina e José non hanno idee precise sul futuro…di sicuro continueranno a studiare marketing, sfruttando al massimo il mese che resta a Cork e poi chissà, apriranno un’agenzia di viaggi insieme e impareranno a cantare sotto la pioggia (da Singing in the rain, un’altra canzone sulla pioggia)

Per leggere altri racconti dell’Erasmus clicca qui

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categories
Learning by movingNews

Laureato in Lingue e Letterature Straniere, ha vissuto a Torino, Barcellona, Valencia e Londra.
Appassionato di musica, letteratura, ricordi e sguardi fragorosi, in “Do you know that” scrive di elenchi, curiosità, consigli e viaggi (veri e immaginati).

No Comment

Leave a Reply

*

*


banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine

banner magazine
banner magazine

RELATED BY